Salve! Appurato che faccio fatica a seguire un blog figuriamoci due, conservo comunque questo che contiene i ricordi del buon vecchio Splinder, ma cedo il passo a Blogspot.

Questo è il link, se proprio qualcuno avesse la strana idea di seguirmi http://mimuovofacciocose.blogspot.it/

Un saluto e buon proseguimento a tutt@!

(la foto è presa da qui)

Consigli di Ennio Flaiano a un giovane analfabeta che vuol darsi alla letteratura attratto dal numero dei premi letterari.
_________________
–  Chi apre il periodo, lo chiuda.
− È pericoloso sporgersi dal capitolo.
− Cedete il condizionale alle persone anziane, alle donne e agli invalidi.
− Lasciate l’avverbio dove vorreste trovarlo.
− Chi tocca l’apostrofo muore.
− Abolito l’articolo, non si accettano reclami.
− La persona educata non sputa sul componimento.
− Non usare l’esclamativo dopo le 22.
− Non si risponde degli aggettivi incustoditi.
− Per gli anacoluti, servirsi del cestino.
− Tenere i soggetti al guinzaglio.
− Non calpestare le metafore.
− I punti di sospensione si pagano a parte.
− Non usare le sdrucciole se la strada è bagnata.
− Per le rime rivolgersi al portiere.
− L’uso del dialetto è vietato ai minori dei 16 anni.
− È vietato servirsi del sonetto durante le fermate.
− È vietato aprire le parentesi durante la corsa.
− Nulla è dovuto al poeta per il recapito.

La Jobs Act è arrivata yesterday, verso evening, e non sembra una semplice battle sull’articolo eighteen, but un piano in many points che ci sarà spiegato dal mayor di Firenze (Florence) nel corso di una toccante cerimony. È una cosa piuttosto urgent, come sa everyone. Poi, staremo a vedere in the specify se si tratterà di una specie di Fornero’s way of life o di un ambitious disegno di riforma e improvement per tutti quelli che today un piano per il job non ce l’hanno, che sono several. Insomma, è una bozza work in progress, e non parla dei molti money che servirebbero to realize it. Ancora one, two weeks, non siate impazienti, non abbiate urgency. Servirà also per capire why ce lo dice in english e se sarà una thing sensata or another anal intruder program. Restate in contact. Best wishes.

Alessandro Robecchi

Bevo a chi è di turno, in treno, in ospedale, cucina, albergo, radio, fonderia, in mare,
su un aereo, in autostrada, a chi scavalca questa notte senza un saluto,
bevo alla luna prossima, alla ragazza incinta,.. a chi fa una promessa,
a chi l’ha mantenuta, a chi ha pagato il conto, a chi lo sta pagando,
a chi non è invitato in nessun posto, allo straniero che impara l’italiano,
a chi studia la musica, a chi sa ballare il tango, a chi si è alzato per cedere il posto,
a chi non si può alzare, a chi arrossisce, a chi legge Dickens, a chi piange al cinema,
a chi protegge i boschi, a chi spegne un incendio,
a chi ha perduto tutto e ricomincia, all’astemio che fa uno sforzo di condivisione,
a chi è nessuno per la persona amata, a chi subisce scherzi e per reazione un giorno sarà eroe, a chi scorda l’offesa, a chi sorride in fotografia, a chi va a piedi, a chi sa andare scalzo, a chi restituisce da quello che ha avuto, a chi non capisce le barzellette,
all’ultimo insulto che sia l’ultimo, ai pareggi, alle ics della schedina, a chi fa un passo avanti e così disfa la riga, a chi vuol farlo e poi non ce la fa,
infine bevo a chi ha diritto a un brindisi stasera e tra questi non ha trovato il suo.
Erri De Luca – “Prontuario per il brindisi di Capodanno”
(da: ‘L’Ospite Incallito’)
(testo e foto presi da qui)

l’articolo –  la reazione di Greenpeace 

FINO A QUANDO?????

di Alessandro Robecchi

La tecnologia fa passi da gigante, chi si ferma è perduto, chi non riesce a stare al passo con l’innovazione rischia di soccombere. Per questo tutti i maggiori partiti stanno mettendo a punto i loro nuovi Sistemi Operativi. Eccoli nel dettaglio.
Movimento 5 Stelle. Il nuovo Sistema Operativo prevede che un elettore possa dire la sua sulle proposte di legge dei parlamentari. Dire mi piace, non mi piace, proporre modifiche, segnalare errori. Alla fine di questo lungo iter, il parlamentare presenta la proposta di legge come pare a lui. Si chiama democrazia liquida, nel senso che c’è chi se la beve. Si tratta di un sistema chiuso: possono intervenire solo quelli iscritti fino a una certa data, che hanno mandato documento, numero di scarpe, nome della suocera e una foto delle vacanze. La piattaforma è molto intuitiva, nel senso che si intuisce che alla fine si farà quello che piace a Beppe Grillo. La partecipazione è gratuita, a legge approvata, a seconda del proprio contributo, si riceverà una spilletta con la scritta “Casaleggio ha ragione”.
Partito Democratico. Nel caso del Pd, invece, il Sistema Operativo è apertissimo, open source, come si dice, cioè aperto ai contributi di tutti. Alle primarie per scegliere il segretario voteranno gratis gli iscritti e pagando due euro tutti gli altri, compresi il Boia di Riga, Renato Brunetta, la Pascale, Briatore e Homer Simpson. E’ un po’ come se nel vostro condominio l’amministratore potesse essere votato dagli inquilini del palazzo di fronte, che potrebbero decidere di abbattere casa vostra. Principale beneficiario del nuovo sistema operativo Pd sarebbe un egocentrico giovane fiorentino, che ama circondarsi di simboli anni ’50 e ’60 e fare discorsi economici anni ’80. Se installato, il nuovo Sistema Operativo promette di dare 100 euro a ogni utente, proprio come i siti di scommesse che ti regalano qualche spicciolo per farti giocare di più e spellarti con comodo. Il Sistema Operativo entrerà in funzione a pieno regime l’8 dicembre, data in cui comincerà a intaccare il Sistema Operativo del governo Letta…. (segue) 

 

26 ottobre 2013, l’articolo qui

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.