Essendo la dipartita (politica) del Cav. sempre più vicina, checché lui dica e faccia, è ovvio che si stiano studiando gli scenari prossimi venturi, tenendo conto anche del ruolo del suo principale alleato cioè la Lega.

Mi pare interessante l'articolo di Massimo Giannini su La Repubblica di oggi che dà conto dei movimenti del Terzo Polo e del PD (mi raccomando, scartare sempre a priori Vendola e Di Pietro eh!..) nonché dell'ANCI associazione dei Comuni italiani, critici sul pacchetto federalista messo a punto da Tremonti e Calderoli. Anche se proprio di Tremonti si fa il nome come leader di un eventuale governo tecnico, nel caso si ripetesse il 'ribaltone' del '94, allora provocato proprio da Bossi…
Fa invece il nome di Gianni Letta come possibile successore di B. l'articolo di Marco Conti sul Messaggero che parla anche dei retroscena (Santanché, Ghedini & co.).

Come scrive Giannini l'equazione politica presenta almeno una decina di incognite.
Io e credo milioni di italiani non aspettiamo altro che venga risolta al più presto, perché il Paese semplicemente non può più andare avanti così!!!
(se poi magari uscisse dal cilindro  un nome diverso da quello di Tremonti e Letta (non ci provassero neanche a pronunciare quello di Alfano) personalmente sarei all'apice della felicità..